Bonus 500 euro per la scuola: acquisti anche per la didattica a distanza

0
226
bonus 500 euro

Il bonus 500 euro per la scuola consiste in una cifra di cui possono usufruire i docenti a tempo indeterminato per l’aggiornamento professionale. Con il bonus si possono frequentare corsi di formazione oppure si possono acquistare dispositivi o strumenti didattici. Adesso c’è qualche novità in più.

Arriva la proroga per gli acquisti della didattica a distanza

Il Ministero dell’Istruzione sta puntando molto sulla didattica a distanza, specialmente da quando essa si è resa necessaria in seguito al lockdown e alla chiusura delle scuole a causa del dilagare dell’epidemia di coronavirus.

Il bonus da 500 euro per la scuola è stato sempre oggetto di numerose polemiche, perché con questi soldi non si potevano acquistare per esempio le stampanti, che pure molti docenti ritengono necessarie come strumenti didattici.

Ma in virtù della necessità della didattica a distanza da parte del Ministero arrivano alcuni chiarimenti. Infatti, anche se non è stata rimessa a punto la possibilità di acquistare alcuni dispositivi, come appunto le stampanti, la cifra dell’anno scorso si potrà utilizzare fino al 31 agosto per acquistare strumenti con cui fare didattica a distanza.

Quindi per esempio si possono acquistare webcam, microfoni, scanner e penne touchscreen.

Cosa si può acquistare e cosa non si può comprare

Con il bonus di 500 euro, oltre a frequentare i corsi di formazione, si possono acquistare computer, tablet, ebook reader e programmi e applicazioni, il tutto destinato alle esigenze specifiche formative degli insegnanti.

Invece non si possono acquistare altri dispositivi come smartphone, cartucce, pennette USB, videocamere, fotocamere e stampanti e nemmeno videoproiettori.