Dal casino online gratis all’azzardo vero aumentano gli adolescenti che giocano

Il quadro nazionale del gioco d’azzardo, spesso ci presenta delle realtà molto variegate, nell’ambito di numeri che tracciano comunque l’immagine di un popolo di giocatori. Molte sono le ricerche che che mirano a studiare il fenomeno del gioco d’azzardo tra i giovani, gli studenti e gli adolescenti, mettendo in evidenza come molto spesso anche i minorenni abbiano una stretta frequentazione con il gioco d’azzardo, che loro sarebbe precluso per legge. Dai casino online gratis, accessibili da ogni smartphone, al gioco d’azzardo o e proprio, emergono spesso realtà locali molto preoccupanti che possono essere viste come sintomo di un problema più ampio, a livello nazionale. Una ricerca che ha riguardato la città di Pavia, ad esempio ha visto dei risultati davvero allarmanti: sul campione di studenti analizzato, il 55,5% di quelli che frequentano le superiori ha ammesso di aver giocato d’azzardo, e la percentuale si attesta sul 23,3% degli studenti delle scuole medie. E non parliamo casino online gratis e di gioco fatto per divertimento, parliamo del vero e proprio gioco d’azzardo, dai Gratta & Vinci, che risultano essere i più popolari, alle scommesse, alle slot machine a pagamento sia fisiche che virtuali.

Il gioco senza rischi, l’illusione del casino online gratis

Questi dati risultano più allarmanti rispetto a quelli proposti da altre ricerche sempre relative al gioco e i minori di 18 anni, dato che riguardano ragazzini anche molto giovani, come quelli che frequentano gli istituti di istruzione secondaria di primo grado. In totale sono stati interrogati 5228 ragazzi, che per il 59% sostengono di essere stati avvicinati al mondo del gioco dai propri genitori. Non bisogna certo immaginare casi limite con genitori irresponsabili che spingono i loro piccoli al tavolo da poker. In realtà anche una situazione molto più normale come quella di biglietto della lotteria istantanea comprato insieme alla propria mamma, e che viene visto dal bambino come un divertimento, è a tutti gli effetti gioco d’azzardo. Al crescere dell’età, con i primi dispositivi smart come ad esempio tablet e cellulari, gli adolescenti e i ragazzi si avvicinano ai giochi, massivamente pubblicizzati in Internet: spesso sono casino online gratis che inducono alla tentazione di provare quelli veri. Oppure si prova una slot AAMS in un bar o una sala giochi, sotto gli occhi distratti di un gestore, in compagnia degli amici; magari la prima volta si vince ed è proprio quella vincita a far pensare che il gioco possa essere una fonte di guadagno che non comporta rischi o fatica.

Diminuiscono le slot fisiche, ma non le slot AAMS gratis e a pagamento dei casino online

Nella città di Pavia, per esempio, si sta assistendo a un declino della spesa pro-capite che viene fatta per il gioco. Più di 1600 € era la somma investita dai residenti della città nel 2013, che nel giro di tre anni è diminuita di circa 400 €. Anche il numero delle slot machine fisiche è calato in città, passando da circa 650, a 450 alla fine dello scorso anno. In essere vi sono una serie di azioni politiche che identificata la problematica del gioco, cercano di contrastarla. Nulla però può essere fatto nei confronti di quei siti di casino online che propongono ad esempio slot AAMS gratis accessibili anche ai minorenni. In quel caso infatti il controllo dovrebbe essere demandato alle famiglie, ma data la modalità di vita degli adolescenti, che è sempre più iper-connessa, questi controlli risultano difficili da effettuare. Anche il semplice acquisto di un Gratta&Vinci, per un minorenne è illegale, in questo caso il controllo è demandato al venditore, che dovrebbe verificare l’età del ragazzo, il quale spesso ignora tale divieto. Sotto accusa da parte delle autorità politiche anche le pubblicità del gioco, sia in televisione, sia su Internet, che spesso bombardano i ragazzi con inviti a provare eversioni demo di casino online gratis, oppure invitano a iscriversi a piattaforme per scommettere sugli sport preferiti offrendo quote allettanti e bonus.

Dossier Scuola
Contributi unificati degli autori.

Latest Posts

Scuola 0-6 anni: arrivano le regole per la mensa

Sono state approvate le linee guida che riguardano la scuola 0-6 anni per quanto riguarda l'organizzazione in modo che i bambini possano ritornare in...

Supplenze a scuola: come avverranno le convocazioni da GPS

Scade il 6 agosto la compilazione delle graduatorie provinciali che devono servire da base per la convocazione delle supplenze a scuola per il prossimo...

Liceo scientifico: materie di studio e sbocchi professionali

Al liceo scientifico materie molto particolari e specifiche che si riferiscono proprio a questo tipo di percorso di studio. Ma perché scegliere il liceo...

Entro la prima settimana di ottobre la prova scritta del concorso straordinario

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che la prova scritta del concorso straordinario si terrà entro la prima settimana di ottobre. Sono queste...

Ultime notizie

Scuola 0-6 anni: arrivano le regole per la mensa

Sono state approvate le linee guida che riguardano la scuola 0-6 anni per quanto riguarda l'organizzazione in modo che i bambini possano ritornare in...

Supplenze a scuola: come avverranno le convocazioni da GPS

Scade il 6 agosto la compilazione delle graduatorie provinciali che devono servire da base per la convocazione delle supplenze a scuola per il prossimo...

Liceo scientifico: materie di studio e sbocchi professionali

Al liceo scientifico materie molto particolari e specifiche che si riferiscono proprio a questo tipo di percorso di studio. Ma perché scegliere il liceo...

Entro la prima settimana di ottobre la prova scritta del concorso straordinario

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che la prova scritta del concorso straordinario si terrà entro la prima settimana di ottobre. Sono queste...

Bonus 500 euro per la scuola: acquisti anche per la didattica a distanza

Il bonus 500 euro per la scuola consiste in una cifra di cui possono usufruire i docenti a tempo indeterminato per l'aggiornamento professionale. Con...