Sbocchi lavorativi psicologia: quali sono

Se vuoi sapere quali sono gli sbocchi lavorativi di Psicologia, leggi questo articolo. Gli esami di maturità si avvicinano e i ragazzi cominciano a pensare a quale percorso universitario scegliere per proseguire negli studi. Decidere quale facoltà frequentare non è facile, soprattutto se ti tengono in considerazione gli sbocchi lavorativi che ognuna di esse offre ai futuri laureandi.

Una delle più amate in Italia è, senza dubbio, Psicologia, un percorso di studi affascinante che si pone l’obiettivo di analizzare il comportamento umano e i suoi processi cognitivi.

Trattando varie branchie dell’argomento, Psicologia consente diverse possibilità di specializzazione lavorativa, sia nell’ambito privato che pubblico. Vediamo quindi quali sono gli sbocchi lavorativi per Psicologia.

Scegliere tra l’Albo A e l’Albo B

Quali sono quindi della laurea in Psicologia gli sbocchi lavorativi? Per la facoltà di Psicologia gli sbocchi lavorativi quali sono? Prima di tutto, chi intraprende un percorso universitario alla facoltà di Psicologia, deve sapere che esistono due albi professionali a cui, poi, ci si può iscrivere superando l’esame di stato. L’albo A per le lauree quinquennali (3+2) e l’albo B per quelle triennali.

Chi entra a far parte di quest’ultimo, verrà considerato un cosiddetto psicologo junior, ovvero una figura professionale la cui operatività è limitata dal DPR 328/2001 e successive modifiche. Quando ci si iscrive all’albo B si diventa dottori in tecniche psicologiche, ma non si può lavorare autonomamente, bensì sotto la supervisione di un altro psicologo iscritto all’albo A da almeno cinque anni.

Ogni psicologo senior, inoltre, non può gestire più di due junior e questi ultimi potranno collaborare in vari campi della psicologia, dai rapporti familiari, fino all’integrazione sociale e all’assistenza ai soggetti con disabilità.

Inoltre, lo psicologo junior potrà specializzarsi in determinati campi come le risorse umane, la sicurezza e la criminologia, ma ciò che deve sapere chi intraprende questo percorso è che avrà più possibilità di lavoro se si specializzerà in una precisa nicchia.

Questo perché, al contrario di quanto si possa pensare, più ristretto è il campo della specializzazione e più saranno numerose le opportunità lavorative.

Gli sbocchi lavorativi

Ti stai chiedendo quali sono gli sbocchi lavorativi di Psicologia? Come si evince da quanto scritto sopra, gli sbocchi lavorativi di Psicologia dipendono molto dal tipo di albo a cui ci si può iscrivere e dal grado di specializzazione scelta.

In generale, però, i campi in cui si può provare a cercare lavoro sono parecchi, a partire da quello dell’istruzione, in cui c’è gran bisogno di professionisti in grado di offrire un supporto psicologico ai bambini con disturbi.

Rimanendo in tema di famiglie, uno psicologo può essere indispensabile per aiutare figli e genitori nei loro rapporti, soprattutto in tempi come questi in cui il concetto di famiglia si è molto allargato.

Poi c’è la sanità, dove si può intraprendere un percorso più lineare e preciso, quasi naturale. Qui ci si può specializzare nell’assistenza al recupero da vari disturbi, come quelli dell’alimentazione o della personalità.

Lo sappiamo, l’Italia è uno dei Paesi più vecchi al mondo, quindi anche nel campo dell’assistenza alla terza età, un laureato in Psicologia può trovare opportunità lavorative, sia per quanto riguarda l’assistenza che l’integrazione sociale.

Legato a quest’ultimo punto, rientra anche il settore dell’immigrazione, molto sentito in Italia e quasi indispensabile per alcune tipologie di lavoro cadute ormai in disuso. Qui, uno psicologo potrà supportare sia coloro che sono scappati dal proprio Paese per necessità (guerra, carestia ecc.), sia quegli immigrati che vogliono integrarsi nella nostra società.

Parlando di aziende, sono tante quelle che ricercano laureati in psicologia per il proprio settore di risorse umane, tramite il quale valutare i candidati e gestire gli impiegati, rispondendo alle esigenze e appianando i conflitti. Questo, in particolare, è uno dei settori molto in espansione e sta conquistando buone fette di mercato.

Se si preferisce la libera professione, si può scegliere di fare consulenze in diversi settori, tra i quali quelli legali e forensi dove uno psicologo può essere un valido supporto per orientarsi nella complicata macchina giudiziaria; oppure nello sport, dove figure professionali in possesso di conoscenze psicologiche sono sempre più richieste per seguire gli sportivi nel loro percorso.

Sergio Alberti
Laureato in Lettere, insegna italiano. Attento da sempre a tutta la normativa che riguarda la scuola, segue con interesse il mondo dell'istruzione. Ama leggere di tutto, soprattutto i saggi.

Latest Posts

La proposta per riaprire gli asili nido il primo agosto

Assonidi, l'associazione asili nido e scuole dell'infanzia, ha lanciato un appello per gli asili nido alle regioni. La nota associazione vuole superare quelle che...

Test di medicina 2020: ci saranno 1500 posti in più

Il ministro dell'Università Manfredi in una recente intervista ha spiegato alcune novità importanti per quanto riguarda i test di medicina 2020. Il ministro infatti...

Educazione motoria alla primaria: le novità per l’insegnamento

La questione dell'educazione motoria alla primaria è ancora tutta aperta, anche perché da tempo si discute sulla possibilità che vengano individuati degli insegnanti specializzati...

Da settembre a scuola banchi singoli e moderni

Intervenendo al Senato la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha fatto il punto sulle misure che sono state pensate da adottare per settembre, per poter...

Ultime notizie

La proposta per riaprire gli asili nido il primo agosto

Assonidi, l'associazione asili nido e scuole dell'infanzia, ha lanciato un appello per gli asili nido alle regioni. La nota associazione vuole superare quelle che...

Test di medicina 2020: ci saranno 1500 posti in più

Il ministro dell'Università Manfredi in una recente intervista ha spiegato alcune novità importanti per quanto riguarda i test di medicina 2020. Il ministro infatti...

Educazione motoria alla primaria: le novità per l’insegnamento

La questione dell'educazione motoria alla primaria è ancora tutta aperta, anche perché da tempo si discute sulla possibilità che vengano individuati degli insegnanti specializzati...

Da settembre a scuola banchi singoli e moderni

Intervenendo al Senato la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha fatto il punto sulle misure che sono state pensate da adottare per settembre, per poter...

Alessandro Manzoni: vita e opere

Alessandro Manzoni: spieghiamo la vita e le opere di questo grande scrittore, uno dei principali intellettuali che hanno contribuito alla letteratura italiana. La vita...