Liceo classico: materie di studio e sbocchi professionali

Al liceo classico materie molto particolari. Quando si arriva alla fine della scuola media, i ragazzi devono scegliere quale scuola superiore frequentare. In effetti la scelta non è delle più facili, anche perché a 13 e a 14 anni è difficile avere le idee chiare a questo proposito.

Sicuramente però ci sono delle tendenze che fanno sì che i ragazzi siano più portati per le materie scientifiche o più per le materie umanistiche.

Quindi possono considerare le materie del liceo classico, anche per effettuare la loro scelta. Ma che materie si studiano al liceo classico? Ti vogliamo spiegare in questa guida quali sono al liceo classico le materie che si studiano maggiormente.

Infatti è importante avere dei punti di riferimento almeno per caratteri generali su quali sono al liceo classico le materie che prevalgono più sulle altre. In molti sapranno che sicuramente la prevalenza viene data allo studio dell’italiano, del latino e del greco.

Ma soprattutto quello che tanti reputano importante di questo indirizzo scolastico consiste nel fatto che lo studio di queste materie consente di ottenere un buon metodo, che si può sfruttare anche nel proseguimento del proprio percorso per esempio all’università.

Quale formazione si acquisisce al liceo classico

Ma andiamo al sodo e vediamo quali sono le materie al liceo classico. In generale partiamo con il dire che in questo indirizzo di studio si acquisisce una formazione prevalentemente letteraria, con risvolti importanti anche per quanto riguarda le competenze storiche e filosofiche.

Al liceo classico le materie di studio sono incentrate sulla possibilità di comprendere sotto un profilo prettamente antropologico qual è stato lo sviluppo della civiltà occidentale.

Naturalmente non vengono trascurati anche alcuni riferimenti alle materie scientifiche, come la matematica, la fisica e le scienze naturali. Tutto questo serve a sviluppare un particolare senso critico nei confronti del reale.

Le materie oggetto di studio

Dopo averti spiegato che sicuramente l’italiano, il latino e il greco sono le materie più rappresentative del liceo classico, ti vogliamo elencare tutte le materie che si studiano in questo indirizzo scolastico.

Oltre all’italiano, al latino e al greco si studiano anche storia, geografia, lingua straniera, filosofia, storia dell’arte, matematica, fisica, scienze naturali, scienze motorie, religione cattolica o attività alternative a questa materia.

Gli sbocchi lavorativi dopo il liceo classico

Oggi molti scelgono soprattutto gli istituti professionali, perché (forse anche sbagliando) pensano che la cultura umanistica non possa garantire le giuste opportunità lavorative in una società sempre più innovativa e tecnologica.

Tuttavia bisogna specificare che, come abbiamo già affermato anche precedentemente, frequentare il liceo classico contribuisce ad acquisire un buon metodo di studio, una strategia idonea che si può applicare in qualsiasi campo.

Innanzitutto si acquisisce una buona preparazione per proseguire gli studi iscrivendosi a facoltà universitarie molto specifiche, come per esempio Lettere, che si suddivide in un indirizzo moderno e in uno antico, Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione e Filosofia.

Inoltre c’è da considerare che per esempio buoni risvolti ci possono essere anche nello studio delle scienze psicologiche. In ogni caso ci si può iscrivere a qualsiasi facoltà, dopo aver frequentato il liceo classico.

L’università è considerata la naturale prosecuzione degli studi classici, soprattutto per approfondire le competenze che si sono acquisite con la maturità.

La maturità classica è da considerare per gli aspetti particolarmente importanti che dà la possibilità di apprendere, soprattutto anche l’abitudine alla lettura e l’abitudine a sopportare incarichi lavorativi elevati.

Infatti non dobbiamo dimenticare che il carico di studio al liceo classico è molto significativo. Volendo, chi acquisisce la maturità classica può anche non proseguire con l’università.

Esistono infatti delle possibilità di sbocchi lavorativi anche per chi non frequenta una facoltà universitaria e sceglie di fermarsi al diploma di maturità classica.

Infatti con il diploma di maturità classica si può tentare uno sbocco lavorativo come giornalista, come copywriter oppure nelle aziende che si occupano dei nuovi media o nelle società editoriali.

Sergio Alberti
Laureato in Lettere, insegna italiano. Attento da sempre a tutta la normativa che riguarda la scuola, segue con interesse il mondo dell'istruzione. Ama leggere di tutto, soprattutto i saggi.

Latest Posts

Liceo scientifico: materie di studio e sbocchi professionali

Al liceo scientifico materie molto particolari e specifiche che si riferiscono proprio a questo tipo di percorso di studio. Ma perché scegliere il liceo...

Entro la prima settimana di ottobre la prova scritta del concorso straordinario

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che la prova scritta del concorso straordinario si terrà entro la prima settimana di ottobre. Sono queste...

Bonus 500 euro per la scuola: acquisti anche per la didattica a distanza

Il bonus 500 euro per la scuola consiste in una cifra di cui possono usufruire i docenti a tempo indeterminato per l'aggiornamento professionale. Con...

Nuovi docenti assunti a scuola: saranno licenziati se torna il lockdown

Nel Decreto Rilancio è stata inserita una norma che permetterebbe di assumere nuovi docenti da impiegare come supplenti a scuola. La possibilità di nuovi...

Ultime notizie

Liceo scientifico: materie di studio e sbocchi professionali

Al liceo scientifico materie molto particolari e specifiche che si riferiscono proprio a questo tipo di percorso di studio. Ma perché scegliere il liceo...

Entro la prima settimana di ottobre la prova scritta del concorso straordinario

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha annunciato che la prova scritta del concorso straordinario si terrà entro la prima settimana di ottobre. Sono queste...

Bonus 500 euro per la scuola: acquisti anche per la didattica a distanza

Il bonus 500 euro per la scuola consiste in una cifra di cui possono usufruire i docenti a tempo indeterminato per l'aggiornamento professionale. Con...

Nuovi docenti assunti a scuola: saranno licenziati se torna il lockdown

Nel Decreto Rilancio è stata inserita una norma che permetterebbe di assumere nuovi docenti da impiegare come supplenti a scuola. La possibilità di nuovi...

Didattica a distanza: stabilita la bozza delle nuove linee guida

Sono state messe a punto le bozze che riguardano le nuove linee guida per la didattica a distanza. Già nell'anno scolastico appena trascorso si...