Cagliari, asilo abusivo accoglieva i bambini non vaccinati

Dopo il polverone che si è sollevato, ad inizio anno scolastico, quando le famigli no vax hanno protestato veementemente per non essere costrette a vaccinare i propri figli per iscriverli a scuola, sulla questione è scesa un certo silenzio.

Che alla fine queste famiglie abbiano capito l’importanza delle vaccinazioni per i propri figli e per gli altri?

Non proprio: a quanto pare si sono ingegnate a trovare stratagemmi, come falsificare autocertificazioni o creare asili solo per i non vaccinati, come quello appena scoperto a Cagliari.

Incredibile ma vero: i carabinieri del Nas di Villacidro hanno infatti scoperto una scuola dell’infanzia che era stata aperta senza alcuna autorizzazione e che giornalmente accoglieva una ventina di bambini dai 3 ai 6 anni.

I responsabili della struttura abusiva, un uomo di 38 anni e una donna di 54 sono stati segnalati all’autorità amministrativa e la sindaca di Villacidro, Marta Cabriolu, ha emesso un’ordinanza di chiusura immediata.

La struttura finita nel mirino dei militari si trova in campagna in località “Su Suergiu”, a circa 60 chilometri da Cagliari.

All’esterno non c’erano cartelli e l’attività non era ovviamente pubblicizzata sui social network.

«I primi accertamenti che abbiamo effettuato ci hanno consentito di verificare che i bambini non avevano mai avuto il vaccino e che alcuni non avevano fatto il necessario richiamo – ha spiegato il comandante del Nucleo antisofisticazioni di Cagliari, Davide Colajanni – Ancora non abbiamo completato le verifiche su tutti i piccoli che abbiamo trovato all’interno al momento del controllo, ma per i casi già sottoposti alle verifiche con la Asl il nostro sospetto iniziale è stato confermato».

Dossier Scuola
Contributi unificati degli autori.

Latest Posts

Smart working e scuola: chi potrà continuare anche dopo il rientro

Si è  lungo parlato dello smart working in rapporto alla scuola. Il Governo ha puntato proprio, sulle indicazioni del Ministero dell'Istruzione, sulla modalità delle...

Lucia Azzolina su Facebook: ‘Assumere i precari è un dovere’

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina è intervenuta su Facebook. C'erano state tante polemiche sull'assunzione dei precari nel mondo della scuola. In particolare ancora più...

L’apostrofo: quando si mette e quando non si usa

L'apostrofo è un segno grafico che serve ad indicare quando in un discorso avviene l'elisione. Per sapere che cosa è l'elisione, ti diciamo subito...

Supplenze a scuola: i primi convocati gli insegnanti di sostegno

Con la costituzione delle graduatorie provinciali in molti si interrogano su come saranno assegnate le supplenze a scuola. Sono molti i dubbi che si...

Ultime notizie

Smart working e scuola: chi potrà continuare anche dopo il rientro

Si è  lungo parlato dello smart working in rapporto alla scuola. Il Governo ha puntato proprio, sulle indicazioni del Ministero dell'Istruzione, sulla modalità delle...

Lucia Azzolina su Facebook: ‘Assumere i precari è un dovere’

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina è intervenuta su Facebook. C'erano state tante polemiche sull'assunzione dei precari nel mondo della scuola. In particolare ancora più...

L’apostrofo: quando si mette e quando non si usa

L'apostrofo è un segno grafico che serve ad indicare quando in un discorso avviene l'elisione. Per sapere che cosa è l'elisione, ti diciamo subito...

Supplenze a scuola: i primi convocati gli insegnanti di sostegno

Con la costituzione delle graduatorie provinciali in molti si interrogano su come saranno assegnate le supplenze a scuola. Sono molti i dubbi che si...

Protocollo di sicurezza per la scuola: firmate le regole per il rientro

Si è discusso molto sulle regole per il rientro a scuola in sicurezza. Ci sono state anche molte polemiche per il fatto che il...