Didattica a distanza: si può fare senza consumare giga

0
45
didattica a distanza

In seguito ad un accordo raggiunto con i più importanti operatori telefonici, la didattica a distanza si potrà fare senza consumare i giga del traffico dati degli abbonamenti personali degli studenti o di quelli dedicati alla famiglia. Ad annunciarlo è stata su Facebook la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che si dichiara entusiasta per le linee che sono state definite, in modo da poter favorire la didattica digitale. Infatti, come risulta anche da alcune indagini, molti studenti avevano difficoltà a seguire le lezioni in digitale, perché non avevano a disposizione un sufficiente traffico dati.

Qual è stata la dichiarazione della ministra Azzolina sulla didattica digitale

La ministra dell’Istruzione Azzolina ha spiegato in una sua dichiarazione che, nel momento in cui si deve affrontare un’emergenza come quella che stiano attraversando, è necessario il sostegno di tutti.

Per questo motivo, secondo quanto ha dichiarato la ministra dell’Istruzione, dal mese di marzo fino a questo momento il Governo ha effettuato investimenti per oltre 400 milioni dedicati proprio al digitale nella scuola. La ministra dell’Istruzione ha spiegato che iniziative di questo tipo rafforzano l’impegno al supporto nei confronti degli studenti e ha ringraziato chi ha aderito a questo progetto.

Le dichiarazioni della ministra Bonetti

Sull’argomento è intervenuta anche la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Bonetti, che ha sottolineato come le istituzioni devono fornire una risposta con soluzioni concrete all’impatto della didattica a distanza sulle famiglie, che stanno affrontando già le conseguenze dell’epidemia.

Secondo la ministra, la priorità è quella della possibilità di garantire pari opportunità per l’accesso all’istruzione da parte di tutti gli studenti del nostro Paese.