Gestire le risorse umane: il lavoro del futuro
Gestire le risorse umane il lavoro del futuro

Quando si deve scegliere un percorso di studi è importante anche valutarlo sotto l’ottica del lavoro, questo soprattutto per quanto riguarda la carriera universitaria, o anche la scuola superiore da frequentare. Ovviamente ognuno dovrebbe anche seguire i propri personali interessi, sempre però valutando che questi dovrebbero sfociare in una carriera lavorativa. Tra le figure professionali oggi più richieste dalle aziende il settore della gestione delle risorse umane è in particolare fermento, oggi come negli ultimi 15-20 anni. Sono infatti molte le aziende che negli anni hanno sottovalutato questo settore, che oggi intendono muoversi in modo da avere a disposizione un responsabile delle risorse umane in grado di svolgere al meglio il suo compito.

Cosa si intende per “gestione delle risorse umane”

In gergo aziendale la risorsa umana è la persona, il soggetto che nel quotidiano opera per l’azienda, lavorando, prendendo decisioni, organizzando il lavoro di altri. È una risorsa umana il dirigente, così come l’ultimo assunto per svolgere un compito operativo. In una realtà che richiede costantemente cambiamenti e flessibilità avere a disposizione delle risorse umane gestite in modo corretto, che lavorano e si rapportano tra loro senza ostacoli, è vista come una priorità da moltissime realtà aziendali. Proprio per questo motivo si attivano una serie di processi che portano alla costituzione di appositi team aziendali che si occupano della gestione delle risorse umane. Sia dal punto di vista dell’effettivo svolgimento del lavoro quotidiano, sia per quanto riguarda invece i rapporti tra i diversi soggetti attivi.

Come diventare esperto nella gestione delle risorse umane

Le figure che oggi si occupano di risorse umane in Italia sono molteplici. Questo anche perché in molte realtà il compito quotidiano si limita ad una gestione puramente organizzativa, con verifica delle ore di lavoro effettivamente svolte, la predisposizione delle paghe o il controllo di eventuali vertenze sindacali. Dove la gestione delle risorse umane è vista in modo più organico e completo in genere di questo si occupano dei soggetti laureati, che in più hanno conseguito un master risorse umane. La laurea necessaria per questo tipo di specializzazione è molto varia, si va da chi ha studiato psicologia o pedagogia, fino ai laureati in economia o in ingegneria gestionale. Stiamo quindi parlando di una figura trasversale che si colloca tra coloro che hanno a cuore lo sviluppo personale di ogni soggetto e gli esperti di gestione aziendale e l’amministrazione.

Le opportunità oggi in Italia

Nel nostro Paese sono molti i corsi di laurea che consentono di accedere al mondo della gestione delle risorse umane. Per altro molto dipende anche dallo specifico percorso di studi del singolo. Non è infatti obbligatorio aver concluso uno specifico corso di studi, come avviene invece per altre professionalità. Per altro la scelta dell’esperto in gestione delle risorse umane dipende anche da chi si occupa dei colloqui di selezione per un’azienda. Sono infatti molti coloro che vengono inseriti in questo ruolo dopo una laurea triennale; in realtà aziendali più serie in genere l’esperto di risorse umane ha una laurea specialistica, un master in questo ambito e spesso anche qualche anno di esperienza sul campo.

Contributi unificati degli autori.

Possono interessarti

Sciopero scuola 17 novembre 2017 le trattenute sullo stipendio

Uno sciopero che riguarda il comparto scuola è stato indetto per venerdì…

Stati Uniti, pochi investimenti nella scuola ci sono gli insegnanti virtuali

Stati Uniti, in alcune classi del liceo, l’insegnante è su uno schermo…

Materie maturità 2018 Fedeli le annuncia sul web

Gli studenti sono in trepidante attesa che il Miur e il ministro…

Concorso 2018 fase transitoria ruolo per i non abilitati

Nel 2018 saranno indetti i nuovi concorsi, fase transitoria, riservata agli ITP,…