Imperia, preside viaggiava con l’auto della scuola
Imperia preside viaggiava con auto della scuola

La scuola italiana, soprattutto a causa dell’annosa mancanza di fondi, è messa malaccio: non ci sono i soldi per ristrutturare edifici spesso fatiscenti, non ci sono adeguati supporti e materiali didattici e non è neppure inusuale che gli studenti debbano portarsi la carta igienica da casa perché negli istituti manca persino quella.

Eppure c’è anche chi cerca di approfittarsi anche di quel poco messo a disposizione, come è accaduto ad Imperia, dove la preside di un istituto superiore è addirittura stata arrestata.

Nello specifico, i carabinieri hanno arrestato la preside dell’istituto scolastico, con l’accusa di peculato: la dirigente è stata infatti sorpresa al rientro dalla Francia con l’auto di servizio della scuola usata a fini personali.

La donna è stata fermata sabato sera e non ha saputo giustificare perché si trovasse sull’auto di servizio. La dirigente scolastica è stata portata nel carcere genovese di Pontedecimo.

L’indagine era stata avviata il mese scorso ha consentito di “acclarare l’abitualità della condotta, facendo emergere il pieno uso per finalità private di un bene di cui la preside aveva la disponibilità”, ma “per i soli fini connessi al suo ruolo”.
Con l’accusa di peculato, la preside 62 enne rischia una pena fino a 10 anni.

Possono interessarti

Maturità, i cambiamenti per i maturandi 2019

Negli ultimi due decenni l’assetto della scuola italiana è stato completamente rivoluzionato,…

Arezzo, bimba dimenticata per sei ore sul pullmino scolastico

Tutti vorremmo avere la possibilità di stare in qualsiasi momento con i…

Scuola, legge di stabilità 2018

La legge di stabilità 2018 è stata varata nei giorni scorsi, resi…

Biella, professore arrestato per violenza

Negli ultimi mesi, anche grazie all’attenzione sempre maggiore dei genitori nel vigilare…