Invalsi, i risultati dei nostri studenti non sono certo eccellenti
Invalsi i risultati dei nostri studenti non sono certo eccellenti

Da qualche anno ai nostri studenti, in concomitanza con gli esami finali di fine anno, vengono somministrati dei test Invalsi, test assolutamente anonimi ma che servono a valutare le competenze acquisite in ambito matematico, letterario e linguistico.

E quest’anno i risultati non sono affatto eccelsi, anzi: i test attestano profonde carenze nelle competenze di base di moltissimi studenti, in primis nei maturandi. 

I test sono somministrati anche alle scuole elementari e medie, ma a sconvolgere, in negativo, sono proprio i test dei ragazzi dell’ultimo anno delle superiori.

A quanto pare a livello nazionale meno di 2 su 3 raggiungono i livelli minimi in Italiano (sono solo il 65,4%). Ancora meno quelli che superano le prove di Matematica (poco più della metà: 58,3%). Ma il vero disastro avviene con l’Inglese: solo il 51,8% ottiene il livello minimo richiesto (B2, intermedio superiore secondo il Quadro comune europeo per la conoscenza delle lingue) nella prova di lettura (reading), appena il 35% viene ‘promosso’ nella prova di ascolto (listening).

C’è anche una marcata differenza territoriale: in alcune regioni del Mezzogiorno le percentuali degli studenti carenti, specialmente in Matematica e in Inglese, schizzano in alto.

In italiano, la percentuale di allievi che raggiungono risultati almeno adeguati è il 51% in Campania (-14,4% rispetto all’Italia), il 46% in Calabria (-19,4% rispetto all’Italia) e il 49% in Sicilia (-16,4% rispetto all’Italia). Ma le differenze crescono ancora in matematica, dove la percentuale di allievi che raggiungono risultati almeno adeguati è il 39,6% in Campania (-18,6% rispetto all’Italia), il 36,9% in Calabria (-21,3% rispetto all’Italia), il 39,2% in Sicilia (-19% rispetto all’Italia) e il 41,4% in Sardegna (-16,8% rispetto all’Italia).

Possono interessarti

Maturità, oggi sono iniziati gli esami orali

Quest’anno, per i maturandi, è stata veramente dura: alla paura che fisiologicamente…

Campania, per il concorso regionale superato il milione di domande

Al sud nessuno vuole lavorare, sono tutti sfaticati e lassisti, pronti solo…

Morbillo, otto casi a Bari sospetto contagio da figlio di No Vax

A Bari otto casi di morbillo, probabilmente innescati da un bambino figlio…

Droga, a Monza è una questione “di famiglia”

In genere circolano molti pregiudizi sul mondo della droga, soprattutto tra chi…