Lauree abilitanti: le novità del disegno di legge

0
85
lauree abilitanti

Un disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri ha posto l’attenzione su alcune nuove lauree abilitanti. Questo disegno di legge è stato proposto dal Ministero dell’Università e della Ricerca e consente di rendere abilitanti alcune specifiche lauree, che vanno ad aggiungersi a quanto è stato deciso per la laurea in Medicina qualche tempo fa, all’inizio dell’anno che sta per concludersi.

Alcune lauree diventeranno abilitanti

Quali sono quindi le novità che riguardano le lauree abilitanti, secondo quanto stabilito nel disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri? Le lauree per le quali non sarà richiesto l’esame di Stato saranno in particolare Farmacia, Veterinaria, Psicologia e Odontoiatria.

Si parla in particolare della laurea magistrale in Psicologia e di quelle a ciclo unico per gli altri percorsi formativi. Lo ha stabilito proprio il disegno di legge che è stato approvato e che consente di accedere a queste professioni senza un esame di Stato specifico. Sarà però necessario aver acquisito dei crediti mediante un apposito tirocinio che dovrà essere effettuato nel corso del percorso di formazione.

Saranno abilitanti anche alcune lauree tecniche

Ma ci sono anche altre novità sempre interessanti, perché il Ministero dell’Università ha annunciato anche che altre lauree, con i corsi specificati con il decreto del MIUR del mese di agosto, diventeranno direttamente abilitanti.

Si tratta delle lauree tecniche nei seguenti settori: professioni tecniche agraria, alimentari e forestali, professioni tecniche industriali e dell’informazione, professioni tecniche per l’edilizia e il territorio.

Si potrà quindi accedere con le lauree abilitanti all’esercizio della professione di perito agrario laureato, a quella di perito industriale laureato e a quelle di geometra e di agrotecnico laureati.