Liceo artistico: materie di studio e sbocchi professionali

0
67800
liceo artistico materie

Al liceo artistico materie molto interessanti soprattutto per chi è portato per la storia dell’arte e per gli aspetti più pratici legati alla creazione artistica.

Alla fine degli esami della terza media, molti studenti si trovano alle prese con la scelta dell’indirizzo scolastico più adatto. In questo senso devono tenere conto delle loro inclinazioni, delle loro preferenze, ma anche, in un’ottica futura, delle possibilità professionali che possono avere.

Quindi è molto importante sapere al liceo artistico le materie che si studiano, per chi ha intenzione di scegliere questo liceo che dà tante opportunità.

Ma quali sono in particolare le materie del liceo artistico? Vediamo di fare chiarezza in questo senso, indicando per il liceo artistico le materie di studio e spiegandoti quali sono gli sbocchi professionali che questo percorso di studi può darti.

Liceo artistico: materie e ore

Andiamo a vedere quindi per il liceo artistico materie ed ore dedicate a questo percorso di studi. In generale possiamo dirti, per il liceo artistico e le materie, che questo tipo di scuola prevede sia l’insegnamento delle materie umanistiche, come per esempio la letteratura, la storia e la filosofia, sia l’approfondimento per tutte quelle discipline legate alle arti applicate e visive.

Si tratta di un percorso di studi molto ampio, che risponde all’obiettivo di fare in modo che lo studente conosca non soltanto il patrimonio artistico e il suo valore, ma anche il contesto storico e culturale all’interno del quale le opere artistiche si situano.

Intanto ti diciamo quali sono per il liceo artistico le materie che si studiano al biennio. Si tratta di: italiano, storia, filosofia, storia e geografia, lingua straniera, matematica, fisica, chimica, scienze naturali, storia dell’arte, scienze motorie, religione cattolica o materia alternativa. E poi, più specificamente, discipline grafiche, pittoriche, plastiche, scultoree e geometria. Alcune ore vengono dedicate anche alle attività di laboratorio artistico.

Liceo artistico: materie dopo il biennio

Dopo il biennio, in cui le materie sono piuttosto comuni e sono molto simili (a parte le materie specifiche artistiche) agli altri licei, si passa al triennio, per il quale si possono scegliere sei indirizzi.

Gli indirizzi del liceo artistico infatti sono i seguenti: arti figurative, grafica, scenografia, architettura e ambiente, design, audiovisivo e multimediale.

Quindi alla fine del percorso di studi, che dura in totale cinque anni come per gli altri licei, si può contare su una formazione umanistica molto simile a quella del liceo classico, ma si hanno anche altre competenze di livello pratico che riguardano le discipline grafiche, pittoriche e scultoree.

Chiaramente a seconda dell’indirizzo scelto si ha una preparazione differente e più dettagliata in determinati campi. Per esempio scegliendo l’indirizzo delle arti figurative, si può contare su una formazione più generale. Scegliendo l’indirizzo architettura, ci si trova ad essere più preparati per intraprendere in maniera più facile anche il percorso della facoltà di architettura a livello universitario.

Con l’indirizzo audiovisivo e multimediale si acquisiscono competenze che riguardano il settore dei media, internet e i giornali digitali. E poi grafica, per i progetti che riguardano in maniera particolare questa disciplina, il design per imparare a progettare oggetti e l’indirizzo della scenografia per imparare a fare allestimenti scenici in diversi campi, come il cinema, la televisione e il teatro.

Gli sbocchi professionali

Abbiamo visto le materie che si studiano al liceo artistico. Vediamo adesso gli sbocchi professionali che questo indirizzo di studio può garantire. Come per ogni tipo di liceo si possono proseguire gli studi a livello universitario.

Infatti il liceo artistico costituisce una buona preparazione per chi vuole iscriversi alla facoltà di architettura, alle facoltà che prevedono uno studio di discipline artistiche e umanistiche. Ci sono sbocchi anche importanti negli studi universitari che riguardano l’archeologia, la storia dell’arte, la conservazione dei beni culturali, il turismo e l’editoria.

Inoltre si acquisiscono delle buone competenze anche per iscriversi al DAMS, la facoltà universitaria delle discipline delle arti, della musica e dello spettacolo.

Ci si può iscrivere anche all’Accademia delle Belle Arti, dove si potenziano le competenze nelle discipline delle arti visive, della moda e della comunicazione. Ci sono comunque delle significative opportunità lavorative per chi, dopo il liceo artistico e le sue materie, non vuole frequentare l’università.

Infatti con il diploma di liceo artistico si può lavorare come dipendenti nei musei, negli archivi, nei servizi culturali e negli enti locali. Si può diventare progettista d’interni, decoratore, tecnico che lavora nel settore del cinema e del teatro, come per esempio gli addetti alla scenografia e gli operatori di audio e video. Si può lavorare come web designer, come grafico, come fotografi, attività nelle quali è richiesta una certa creatività.

Si può diventare anche professionisti nel mondo della cultura e dell’editoria oppure nella moda e nelle arti figurative.