Miur, disponibile un corso di esorcismo per i docenti
Miur disponibile un corso di esorcismo per i docenti

È risaputo che, per riuscire a rispondere alle continue e mutate esigenze degli alunni, gli insegnanti devono continuamente aggiornarsi, seguendo corsi in cui apprendono nuove metodologie e si approcciano in modo differente alle problematiche che gli studenti di volta in volta presentano.

Questi corsi sono anche finanziati dalle stesse scuole ma più spesso dallo stesso ministero che utilizza naturalmente fondi pubblici: soldi ben spesi, nella stragrande maggioranza dei casi.

Ma cosa direste se, invece di comprare carta igienica o fogli che annosamente mancano nelle classi, si proponessero ai docenti corsi di esorcismo?

No, non è affatto una bufala: sul sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione è apparso un annuncio secondo cui, dal 6 all’11 maggio gli insegnanti italiani potranno partecipare al costo di 400 euro a un corso di “Esorcismo e preghiera di liberazione“.

Secondo quanto si legge nella presentazione, il corso, che ha luogo nell’Ateneo pontificio Regina Apostolorum, ha l’obiettivo di “descrivere, analizzare e comprendere gli aspetti peculiari del ministero dell’esorcismo e della preghiera di liberazione, approfondendo sia le tematiche direttamente connesse alla pratica dell’esorcismo e a una sua corretta prassi, sia tematiche collaterali (antropologiche, mediche, psicologiche, farmacologiche, criminologiche, legali)”.

Certo, questo è un corso proposto da un ente esterno e saranno gli stessi insegnanti, se interessati, a seguirlo per la modica cifra di 400 euro, ma serve veramente un corso del genere per migliorare la propria sensibilità nei confronti della classe?

La polemica è subito diventata virale ed il Ministero ha provato a spiegare la sua posizione, chiarendo che sono migliaia i corsi proposti, a fronte di controlli a campione che non sempre risultano efficaci.

Intanto la questione è diventata immediatamente anche politica e al ministro sarà sottoposta un’interrogazione nei prossimi giorni riguardo a questa paradossale vicenda.

Possono interessarti

YouTube, multa milionaria per aver violato la privacy dei bambini

Negli ultimi anni la privacy è stata la questione più spinosa che…

La supplente entra in classe e dice ai bambini che Babbo Natale non esiste

La supplente dice agli studenti del primo anno che Babbo Natale non…

Prove Invalsi 2018 novità inglese è nei test

Le prove Invalsi sono prove scritte standardizzate volute dal Sistema Nazionale per…

Dal casino online gratis all’azzardo vero aumentano gli adolescenti che giocano

Il quadro nazionale del gioco d’azzardo, spesso ci presenta delle realtà molto…