Scuole in Puglia: il TAR sospende l’ordinanza della Regione

0
38
scuole in Puglia

Secondo il TAR la scuola in Puglia non può restare chiusa. Infatti il tribunale pugliese ha accolto la richiesta di sospendere l’ordinanza emanata dal Presidente della Regione Emiliano, con la quale è stata disposta la chiusura di tutte le scuole, tranne quella dell’infanzia. Un gruppo di genitori aveva presentato ricorso, che è stato accolto dal TAR. Nel frattempo già la giunta regionale stava lavorando per arrivare ad una nuova ordinanza di chiusura, che sarebbe entrata in vigore dal 9 novembre.

Le motivazioni della sospensione della chiusura delle scuole

Il tribunale amministrativo della Puglia ha dato chiare motivazioni sul perché è stato deciso di accogliere la sospensione della chiusura delle scuole, nonostante l’ordinanza della Regione.

Infatti secondo i giudici amministrativi l’ordinanza del Presidente Emiliano interferisce con l’organizzazione dei servizi scolastici disposta dall’ultimo DPCM annunciato dal Governo. I giudici hanno fatto presente che le scuole in Puglia non tutte sono organizzate per la didattica a distanza.

Inoltre, secondo il TAR, il DPCM colloca la Puglia tra le aree a media criticità. I giudici fanno notare che anche nelle aree ad alta criticità, nelle cosiddette zone rosse, è rimasta la didattica in presenza nelle scuole primarie.

La reazione della Regione Puglia

Non sono mancate le reazioni da parte della giunta regionale della Puglia, che naturalmente non è d’accordo con la decisione presa dal TAR. Ecco perché già alcune fonti giornalistiche riportano il fatto che la Regione stia lavorando su una nuova ordinanza, in modo che le famiglie abbiano la possibilità di tenere a casa i figli, in presenza di rischi ragionevoli.