Supplenze di sostegno infanzia e primaria: a chi spettano?

0
141
supplenze sostegno

Diversi insegnanti segnalano che c’è molta confusione sull’assegnazione delle supplenze di sostegno per la scuola dell’infanzia e la primaria. Con il nuovo sistema di reclutamento, in molti si chiedono se per questo tipo di supplenze si debba ricorrere prima alle MAD degli specializzati o se si debba provvedere a scorrere la graduatoria della seconda fascia delle GPS, per assegnare la supplenza ai laureandi senza titolo. Facciamo chiarezza a questo proposito.

Quando va utilizzata la MAD

Secondo le disposizioni che intervengono in questi casi, le MAD per assegnare le supplenze di sostegno per l’infanzia e per la primaria vanno utilizzate soltanto quando non c’è alcun docente in graduatoria disponibile per la supplenza.

Lo chiarisce la nota del Ministero del 5 settembre 2020, facendo riferimento all’articolo 12 dell’ordinanza ministeriale numero 60, sempre di quest’anno. In particolare le procedure per assegnare le supplenze su sostegno nell’infanzia o nella primaria, se queste hanno come termine il 30 giugno o il 31 agosto, prevedono lo scorrimento degli elenchi aggiuntivi della graduatoria ad esaurimento, poi lo scorrimento della prima fascia delle GPS relative al sostegno e poi lo scorrimento della seconda fascia delle GPS che riguardano sempre il sostegno.

Che cosa succede in caso di esaurimento delle GPS

In caso di esaurimento delle GPS relative al sostegno, è stata introdotta una novità. Infatti non spetta più alle scuole il compito di convocare, ma deve essere l’ufficio scolastico ad individuare il supplente privo di specializzazione sul posto di sostegno. Il supplente in questo caso va individuato da graduatorie incrociate.