YouTube, multa milionaria per aver violato la privacy dei bambini

Negli ultimi anni la privacy è stata la questione più spinosa che tutti i grandi colossi tecnologici hanno dovuto affrontare, soprattutto nel mondo dei social: con milioni di profili attivi ogni giorno, è estremamente difficile garantire la protezione dei dati sensibili di tutti, e molti hanno trasgredito, consapevolmente o per troppa superficialità.

Ed anche YouTube lo ha fatto, per di più per la fascia più debole della sua utenza, i bambini, ed è per questo che ora dovrà pagare una multa salatissima.

Nello specifico, Google avrebbe accettato di pagare una multa compresa tra 150 e 200 milioni di dollari per chiudere il procedimento aperto dalla Ftc contro YouTube, che è appunto di proprietà di Big G, per aver infranto le norme sulla privacy dei bambini. 

La Federal Trade Commission è un’agenzia governativa statunitense, istituita nel 1914 grazie alla Federal Trade Commission Act, per tutelare dei consumatori e colpire e prevenire le pratiche commerciali contrarie alla libera concorrenza.

La legge stabilisce infatti che i servizi online non possano raccogliere dati e informazioni personali di minori sotto i 13 anni, eccezion fatta se c’è il consenso dei genitori. YouTube, secondo l’accusa, avrebbe invece reperito dati di milioni di bambini, anche senza l’autorizzazione di mamma e papà.

foto@Flickr

Dossier Scuola
Contributi unificati degli autori.

Latest Posts

La sanificazione delle scuole spetta agli ATA secondo il comitato scientifico

Il documento del comitato tecnico scientifico dispone anche alcune misure che devono essere adottate per il rientro nelle scuole a settembre, in particolare parlando...

Carta docente per i precari: bonus di 300 euro ritirato

È stato raggiunto un accordo sul decreto scuola e, mentre nella prima fase prevedeva anche la carta docente per gli insegnanti precari, si apprende...

Accordo raggiunto per il concorso per i precari con almeno tre anni di servizio

È stato raggiunto l'accordo sul concorso per i precari, per quegli insegnanti che possono vantare già almeno tre anni di servizio nelle scuole italiane....

Ultimo giorno di scuola all’aperto, Ascani: ‘Siamo al lavoro’

Si è parlato tanto dell'ultimo giorno di scuola all'aperto e ci sono state diverse polemiche, ma sulla questione è ritornata adesso a parlare il...

Ultime notizie

La sanificazione delle scuole spetta agli ATA secondo il comitato scientifico

Il documento del comitato tecnico scientifico dispone anche alcune misure che devono essere adottate per il rientro nelle scuole a settembre, in particolare parlando...

Carta docente per i precari: bonus di 300 euro ritirato

È stato raggiunto un accordo sul decreto scuola e, mentre nella prima fase prevedeva anche la carta docente per gli insegnanti precari, si apprende...

Accordo raggiunto per il concorso per i precari con almeno tre anni di servizio

È stato raggiunto l'accordo sul concorso per i precari, per quegli insegnanti che possono vantare già almeno tre anni di servizio nelle scuole italiane....

Ultimo giorno di scuola all’aperto, Ascani: ‘Siamo al lavoro’

Si è parlato tanto dell'ultimo giorno di scuola all'aperto e ci sono state diverse polemiche, ma sulla questione è ritornata adesso a parlare il...

Voti alle elementari: stop ai numeri, torna il giudizio

Alla scuola elementare cambio ai voti. Non ci saranno più i voti numerici, ma la valutazione dell'alunno verrà espressa con un giudizio. È stato...